Arriva la "pillola di Biancaneve": risveglierà il desiderio femminile

snowwhite.jpg

Gli italiani sono in crisi in camera da letto, e la colpa è tutta del calo di desiderio.

Se gli uomini possono cercare di risvegliare la voglia di fare l'amore ricorrendo al Viagra, per le donne è in arrivo la “pillola di Biancaneve”.

Non si tratta di un Viagra al femminile o di un cerotto del desiderio a base di testosterone, ma di una pillola che agisce direttamente sul sistema nervoso centrale e in particolare sul sistema limbico, dove si trovano i centri del desiderio.

In Italia la sperimentazione, che si svolge nei centri di Catania, Pisa, Pavia e Torino, è in fase avanzata e la sua conclusione è prevista per il 2009, poi inizierà l'iter burocratico per la registrazione del farmaco.

La sperimentazione della molecola – spiega  Salvo Caruso, presidente della Federazione italiana di sessuologia scientifica e docente di ginecologia all'Università di Catania in occasione del Congresso della Federazione europea di sessuologia – coinvolge in totale diverse centinaia di donne tra i 25 e i 40 anni, senza disfunzioni organiche e ormonali e con un ciclo regolare, che hanno perso il desiderio per motivi inspiegabili”.

E le donne che hanno visto spegnersi il desiderio e ora lo vogliono risvegliare sono molte.

Mi auguro che quando questa pillola sarà disponibile in Italia – dice Chiara Simonelli, sessuologa dell'Università La Sapienza di Roma – finalmente le donne escano dal silenzio e trovino il coraggio di chiedere aiuto e riappropriarsi di una vita sessuale appagante”.

Il calo del desiderio femminile, quindi, non deve più essere considerato un problema da nascondere per imbarazzo o vergogna, ma da curare, a tutto vantaggio non solo della donna ma anche della coppia. E la “pillola di Biancaneve” può essere un aiuto in più per risvegliare la passione nella coppia italiana in forte crisi sessuale

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: