E' a tutti noto che la lussuria ed il peccato impuro...

E’ a tutti nota l’indecenza e l’immoralitá che ci circonda, il peccato di lussuria non solo è compiuto da moltissimi, ma sopratutto è ... ritenuto cosa normale da moltissimi uomini di cultura (falsa). ...Si consideri ancora quello che i mass-media veicolano nelle nostre case per quanto riguarda immagini provocanti al peccato impuro, parole, notizie o racconti atti a muovere l’uomo o la donna verso la ricerca del piacere sessuale...

Riporto ampi stralci di considerazioni inerenti la sessualità e fornisco alla fine del post il link al sito.

Cose del sesso: è meglio sapere o non sapere?

"...Causa del peccato di impurità nei giovani non è, in genere, l'ignoranza, ma sono le passioni, e queste tutt'altro che essere sedate dalla conoscenza delle cose attinenti al sesso, possono trovare in essa un iniziale appagamento (lussuria larvata) ed un forte incentivo..."

Riguardo l'obiezione dell'aspetto naturale della sessualità:

"Quando al contrario si osserva, specie in campo acattolico, che non ci si deve vergognate di cose create da Dio, si dimentica il dogma del peccato di origine, e non si riflette sulla funzione inibitrice del pudore..."

Per prevenire la malattia:

"Può anche darsi che il giovanotto o la fanciulla, senza rivolgere (...) domande, manifesti la sua curiosità e cominci già a presentare i sintomi o a dare le prove di una morbosità, forse ancora non pienamente cosciente, ma che, ove non sia dominata in tempo, potrebbe compromettere gravemente sia il fisico quanto e soprattutto lo spirito..."

Sino all' auspicio della scoperta di un vaccino:

"...la sana pedagogia ... crede all'efficacia di una naturale vaccinazione in questa materia, purché si tratti di spontanea, graduale e prudente conoscenza delle cose, che hanno attinenza col sesso, che si ha per il naturale contatto con le medesime, e purché non si prescinda dall'aiuto della grazia di Dio."

Patologia, nosografia e terapia sessuale:

Gli autori sogliono distinguere le inversioni (uranismo, saffismo, pederastia) dai pervertimenti sessuali (autoerotismo, satiriasi, feticismo, sadismo ecc.), sebbene non sempre siano d'accordo sulla classificazione dei singoli fenomeni... Inoltre (nelle) manifestazioni aberranti dell'istinto bisogna distinguere: le forme degenerative o congenite, dovute a qualche anomalia di natura ereditaria; le forme acquisite, dovute ad abitudini viziose, ad influenze dell'ambiente e a diversi fattori di origine sociale; le forme sintomatiche, che si manifestano in modo secondario ad altri stati di malattia mentale (epilessia, imbecillità, alcoolismo ecc.).

Nella cura è necessario tener conto della forma e, quindi, della causa del male, riflettendo, però, che, ove non si tratti di forme sintomatiche in rapporto con malattie mentali, che tolgano completamente la responsabilità degli atti, l'educazione o rieducazione della volontà ha sempre un valore preminente, e che anche nelle forme congenite, il pessimismo che spesso accompagna le prognosi mediche non può essere senz'altro di norma per il giudizio del moralista:

si tratta, infatti, il più delle volte di previsioni fondate unicamente sull'efficacia dei mezzi naturali e su esperienze di soggetti, che non hanno conosciuta la potenza correttiva della grazia.

Anche se non si riesce a correggere completamente l'istinto, si può, con l'aiuto della grazia, riuscire sempre a dominarlo, ogni qualvolta rimane sostanzialmente integro l'uso della libertà.

Una prospettiva, evidentemente alternativa a quella usuale, che ho trovato qui:

http://christuscastitas.altervista.org/educazione_della_purezza.htm

(Il copyright dei testi magisteriali appartiene alla Libreria Editrice Vaticana)

FG vitadicoppia@gmail.com

Vota l'articolo:
4.33 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: