Trova una foto della moglie con l'abito da sposa che ha mai potuto indossare

Il marito trova sul cellulare della moglie morta una foto in cui indossa l'abito da sposa che non ha fatto in tempo a sfoggiare al suo matrimonio

moglie con l'abito da sposa che ha mai potuto indossare

A volte il destino è davvero crudele, si pensa sempre di avere tutto il tempo del mondo per fare le cose, fino a quando non è più così. John Polo è un ragazzo che ha dovuto affrontare la morte prematura della moglie a causa di un cancro molto aggressivo, questo ragazzo ha aperto il blog “Better Not Bitter Widower” per esorcizzare il dolore in cui racconta la sua vita da vedovo ma un po’ tutta la sua vita. La moglie Michelle è morta il 22 gennaio 2016 dopo due anni di lotta contro un cancro molto aggressivo non le ha dato scampo, mentre stavano organizzando le nozze è arrivata la diagnosi della malattia ed insieme hanno deciso di accelerare le cose e sposarsi in comune. Una settimana dopo Michelle era già in sala operatoria.

Il tumore è stato estremamente aggressivo e non ha dato tempo alla coppia neanche di celebrare il matrimonio in chiesa, Michelle è venuta a mancare due settimane prima della data fissata per la cerimonia. Deve essere stata una complicazione improvvisa a portarla via perché in questi casi si cerca di organizzare tutto nel minor tempo possibile, e non in un anno come fanno tutte le coppie che sognano il matrimonio perfetto.

Una settimana dopo la morte della moglie, guardando il suo telefono, John Polo ha trovato la sua amata compagna con un bellissimo abito da sposa, l’abito che non è arrivata ad indossare per le sue nozze. Nonostante il dolore, John ha voluto condividere la foto sulla sua pagina Facebook.

Ecco cosa ha scritto John:

“Questa è mia moglie. Nel suo vestito da sposa. Un abito in cui non ho mai avuto la possibilità di vederla. Ci siamo sposati in tribunale pochi giorni prima che lei affrontasse la sua prima operazione. Ci precipitammo là per diventare marito e moglie. Non sapevamo se sarebbe sopravvissuta. Quando il cancro tornò e lei divenne malata terminale, decidemmo di organizzare un vero matrimonio. Ma lei non riuscì ad arrivarci. Morì due settimane prima. Una settimana dopo la sua scomparsa mi imbattei in questa foto nel suo telefono. Ero steso sul nostro letto immobile, devastato e felice nello stesso momento. Lacrime mi solcavano le guance mentre ridevo a voce alta al ricordo di quanto quel vestito la rendesse felice. La mia sposa. In abito bianco. Voglio vivere una lunga vita. Voglio risposarmi e avere dei nipoti. Voglio scrivere e insegnare. Voglio diffondere il mio messaggio in tutto il mondo. Voglio raccontare a tutti quello che ho imparato sull’amore, la perdita, il lutto e la guarigione. Ma. Quando sarà il mio momento, correrò su in cielo”.

John Polo

via | leggo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 262 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO