Succhiotto sul collo: per la cassazione è violenza

Succhiotto sul collo

Il succhiotto sul collo è uno di quei segni d’amore che, prima o dopo, abbiamo avuto tutti, tutti lo abbiamo nascosto con il fondotinta o con una sciarpa e tutti lo abbiamo considerato un gesto d’amore e di passione. Il succhiotto sul collo, fatto per marchiare la propria ragazza, non è il massimo dell’eleganza, per la Cassazione è considerata una violenza sessuale a tutti gli effetti.

La sentenza sul “succhiotto” può sembrare una sciocchezza però immaginatevi di essere costrette a subirlo, di divincolarvi mentre lui non smette, tutto questo per marchiarvi come una sua proprietà. La Cassazione ha giudicato l’atto al pari di una violenza sessuale e l’uomo in questione ne dovrà pagare le conseguenze.

Il sito La legge per tutti ha spiegato che:

"Il morso d'amore esprime una carica erotica. Anzi, per di più è un atto che, se non voluto dal soggetto passivo, può esprimere lo scopo di umiliarlo consapevolmente davanti agli altri, costringendolo a mostrare a tutti il segno di un amore segreto”.

Voi che ne pensate?

via | laleggepertutti

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 87 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO