Le frasi d’amore più belle di Haruki Murakami

Una selezione delle più belle frasi amore di Haruki Murakami che potete dedicare alla persona amata.

frasi amore Haruki Murakami

Haruki Murakami è uno scrittore contemporaneo giapponese che non ha bisogno di presentazioni, i suoi libri sono famosi e amati in tutto il mondo, storie magiche e profonde in cui è facile immergersi, farsi travolgere e immedesimarsi. Molti dei libri di Murakami hanno come fulcro centrale le storie d’amore, che lui racconta in modo delicato, originale e affascinante ed in cui il destino svolge sempre un ruolo cruciale. Ecco le più belle frasi d’amore di Haruki Murakami tratte dai suoi libri.

  • «Forse noi due ci cercavamo molto più di quanto noi stessi pensassimo.
    E così abbiamo finito per prendere la strada più lunga e più contorta.
    Forse io non avrei dovuto fare quello che ho fatto. Ma non ho potuto farne a meno.
    E volevo dirti che la sensazione di intimità e tenerezza che ho provato per te,
    è stata un’emozione che non avevo mai sentito prima nella mia vita».
    Haruki Murakami, “Norwegian Wood”
  • «Non era un'emozione simile all'innamoramento o al desiderio sessuale. Era come se qualcosa si fosse insinuato attraverso una piccola fessura e tentasse di riempire un vuoto che c'era dentro di lui. Ecco cosa provava. Non si trattava di un vuoto provocato da lei. Esisteva dentro di lui da un tempo incalcolabile. Lei vi aveva proiettato sopra una luce speciale, illuminandolo».
    Haruki Murakami, “1Q84”
  • «Se tu ti ricordassi di me, non mi importerebbe nulla neanche se tutti gli altri mi dimenticassero».
    Murakami Haruki, “Kafka sulla spiaggia”
  • «Ho sempre avuto fame di affetto, io. E mi sarebbe bastato riceverne a piene mani anche solo una volta.
    Abbastanza da dire: grazie, sono piena, più di così non ce la faccio. Sarebbe bastato una volta, una sola unica volta».
    Haruki Murakami, “Norwegian wood”
  • «Quando tu sei nella foresta, diventi completamente parte della foresta. Quando sei sotto la pioggia, diventi parte della pioggia. Quando è mattino, sei parte del mattino. Quando sei davanti a me, diventi parte di me. Completamente».
    Murakami Haruki, “Kafka sulla spiaggia”
  • «In ogni storia a un certo punto arriva una grande svolta. Uno sviluppo imprevisto. La felicità è sempre uguale, ma l'infelicità può avere infinite variazioni, come ha detto anche Tolstoj. La felicità è una fiaba, l'infelicità un romanzo».
    Haruki Murakami, “Kafka sulla spiaggia”
  • – Mi piaci tanto, Midori.
    – Tanto quanto?
    – Tanto quanto un orso in primavera.
    – Un orso in primavera? – chiese lei sollevando di nuovo la testa. – Come sarebbe «un orso in primavera»?
    – Un orso in primavera… allora, tu stai passeggiando da sola per i campi quando a un tratto vedi arrivare nella tua direzione un orso adorabile dalla pelliccia vellutata e dagli occhi simpatici, che ti fa: «Senta, signorina, non le andrebbe di rotolarsi un po’ con me sull’erba?» Tu e l’orsetto vi abbracciate e giocate a rotolare giù lungo il pendio tutto ricoperto di trifogli per ore e ore. Carino, no?
    – Carinissimo.
    – Ecco, tu mi piaci tanto così.
    Haruki Murakami, “Norwegian Wood”
  • «Amare è così, caro Tamura Kafka. Sei solo tu a provare quelle sensazioni così belle da togliere il fiato, e solo tu a vagare nelle tenebre più fitte. Tocca a te sostenere questo peso col tuo corpo e la tua anima».
    Haruki Murakami, “Kafka sulla spiaggia”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail