La sessualità femminile e il mistero del punto G

Ecco quello che c'è da sapere sulla sessualità femminile e sul Punto G, dove si trova e come cercarlo.


C’è chi giura di non averlo mai “sentito” e chi non potrebbe più vivere senza, chi sostiene che esista e chi invece dice che è una bufala… stiamo parlando del punto G. Il punto G nella sessualità femminile è una zona particolarmente sensibile del corpo delle donne che, correttamente stimolata , promette di regalare un piacere intenso, prolungato e diverso da quello clitorideo, che è anche il responsabile dell’eiaculazione femminile.

Ma dove si trova il punto G? Come si stimola? Come si può trovare? Nel video trovate una guida molto chiara, forse pure troppo, ma che ci fa capire esattamente dove andarlo a cercare… ogni donna è diversa e questo ormai lo abbiamo capito ma la zona interessata si può trovare provando.

punto-g

Il punto G si trova ad un terzo circa della profondità della vagina, nella parete anteriore, la zona si estende dai 3 ai 6 centimetri cambia un po’ da persona a persona, il modo migliore per individuarla è cercare, prima da soli e poi indirizzando il partner. Il punto G non è esattamente un “punto preciso” ma più che altro una zona che quando viene stimolata si gonfia, premendo su questa parte, detto anche “bottone del piacere” si apre un nuovo tipo di piacere.

Il punto G comunque non deve diventare un’ossessione, ci sono donne in cui si può facilmente trovare ed altre meno, tra l’altro una volta trovato non è neanche detto che le sensazioni piacciano a tutte.

Voi che ne pensate? Che esperienze avete in merito al punto G?

Foto | da Flickr di Brazen Designs

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 59 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO