Quali sono le malattie sessualmente trasmissibili e quali sono i sintomi

Ecco un focus sulle malattie sessualmente trasmissibili, i sintomi, le cure, la modalità di contagio e i consigli per evitarle.

malattie-sessualmente-trasmissibili.jpg


Le malattie sessualmente trasmissibili sono un problema molto grave che molte delle persone che si avvicinano al sesso non prendono in considerazione, ci si preoccupa delle gravidanze indesiderate e non si pensa a proteggere il proprio corpo. Le malattie veneree si possono trasmettere attraverso i rapporti completi ma non solo, colpiscono per lo più le persone che vivono rapporti promiscui e non protetti.

Le malattie sessualmente trasmissibili vengono veicolate tramite virus, funghi,batteri e parassiti, tra questi ce ne sono alcuni il cui contagio avviene tramite irapporti sessuali che possono essere: genitale, oro-peniena, oro-vaginale, anale.


Ecco le malattie veneree più comuni


Il batterio responsabile della gonorrea si chiama Neisseria gonorrhea, questa patologia è chiamata anche scolo o blenorragia


Il Treponema pallidum è invece il batterio responsabile della sifilide.


La clamidia si trasmette tramite il batterio Chlamydia trachomatise può provocare  uretriti, cerviciti e la malattia infiammatoria pelvica


Il Trichomonas vaginalis è il responsabile della tricomoniasi


Uno dei più famosi è l'HPV (Human Papilloma Virus), ne esistono vari tipi: 16, 18, 31, 33, 45, 52 e 58. Questi possono causare il lesioni precancerose e anche il cancro del collo dell'utero. Alcuni ceppi provocano i condilomi che sono delle escrescenze che possono anche presentare vesciche.


Il virus HSV -Herpes Simplex Virus è il  responsabile dell'herpes genitale, fastidioso e un po' doloroso.


La  candida è una delle malattie veneree più comuni e si manifesta con secrezioni vaginali dense e biancastre accompagnate da prurito, bruciore, a volte dolore.


La malattia sessualmente trasmissibile più famosa e grave è l'HIV, un retrovirus che manda progressivamente in tilt il sistema immunitario, è una malattia che si può tenere sotto controllo con un cocktail di farmaci, ma non c'è ancora una cura definitiva, quindi si deve imparare a conviverci.


I sintomi di queste malattie variano in base al tipo di patologia e alla persona, in ogni caso molti di questi virus restano silenti per tanto tempo e non danno sintomi evidenti. Se avete dei bruciori, perdite o prurito o anche solo qualche minimo sospetto andate dal vostro ginecologo che con una visita saprà individuare il problema e dare la giusta terapia, di solito si tratta di antibiotici specifici.


Per evitare imbarazzi, contagi e malattie, vi ricordo, che basta un semplice preservativo.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail