Così si usano le pillole dell'amore (tra l'altro)

tablets.jpeg

Abbiamo parlato ieri di una 'strana' ricerca, che sapeva tanto di pubblicità.
Ebbene, per par condicio, vi propongo oggi un altro articolo, che questa volta viene da ADN Kronos, via Yahoo Notizie. , che è veramente molto simile a quello di ieri.
Poi scopriremo perché.

Visto che non è lunghissimo, lo riporto integralmente:

Sesso: Laziali Tradizionalisti Tra Le Lenzuola, Vince Maschilismo

La tradizione vince nel Lazio, almeno quando si tratta di sesso. I vecchi schemi nel rapporto di coppia sono, infatti, ancora validi: gli innovatori rappresentano solo il 32% contro il 43% della media nazionale. Specie tra gli anziani più poveri e poco scolarizzati, tra le lenzuola, prevale lantica cultura. Quella che separa il sesso dallamore, non riconosce alla donna il diritto al piacere, vuole il maschio cacciatore, da per scontato che dopo una certa età non sia più in grado di essere efficiente. Sono alcuni risultati della ricerca Astra per Bayer: I laziali, gli italiani e la spontaneità nellamore, il valore del tempo nel rapporto di coppia, presentata questa mattina a Roma. Nel Lazio, inoltre, a metà strada tra il nuovo e il vecchio - secondo i dati della ricerca - si trova, poi, una fetta di popolazione di tutte le età che vive il disgregarsi del modello classico senza però aver completamente metabolizzato una nuova filosofia dellesistenza e di un rapporto paritetico tra i sessi. Ci sono, a seguire, 1,4 milioni di over 17 di Lazio, Abruzzo, Molise - su 4,3 milioni - che dimostrano un approccio innovativo, basato sul superamento d'ogni imbarazzo nellaffrontare i temi della sessualita, sullo stretto legame tra sesso e amore, sull'importanza dellintesa sessuale nella coppia, sulla parita dei diritti dei partner, sul rigetto del maschilismo, sul sesso come strumento di dialogo intimo della coppia. I laziali, inoltre, rispetto alla media degli italiani, sembrano non considerare il sesso come elemento fondamentale per la qualità generale della vita di coppia: non ha un ruolo primario per il 35% dei laziali, contro una media nazionale del 21%. Rispetto alla maggioranza degli italiani, inoltre, la ricerca evidenzia come i laziali non considerano negativa la società della fretta, che viene percepita come un mezzo per rendere la vita sempre divertente e originale, assaporando tante esperienze diverse. A pensare che le persone abbiano troppo poco tempo a disposizione e, infatti, il 34% del campione laziale contro il 55% degli altri italiani.

Scarsa la conoscenza dei farmaci. I laziali, infatti, sono penultimi, seguiti soltanto dagli abitanti dellEmilia Romagna, nella conoscenza delle diffuse pillole indispensabili per risolvere il delicato problema della disfunzione erettile. Persiste una percezione negativa delle pillole dell'amore, considerate come pillole dei traditori dal 7% dei Laziali. Al di là del dato, i laziali esprimono la loro preferenza per il farmaco che ha effetto dopo 10-15 minuti dall'assunzione e che dura per 8-10 ore in modo da consentire di fare l'amore quando nasce il desiderio (solo un terzo privilegia il farmaco che fa effetto in un tempo significativamente maggiore ma dura 48 ore).
Tra gli innovatori questa preferenza arriva al 76%.

Fonte:
ADN Kronos, via Yahoo Notizie.

Come si vede, anche in questa 'ricerca' si parla un po' di luoghi comuni sul sesso, fornendo qualche dato percentuale ricavato dalla 'ricerca' (in questo caso sulla vita sessuale dei Laziali - sic!)  e poi, inevitabilmente, si finisce per parlare di 'pillole dell'amore', spiegando come funzionano.
Per la cronaca, la società che ha commissionato questa ricerca è la Bayer, produttrice della pillola arancione, Levitra, la terza nella classifica delle vendite mondiali, dopo il Viagra e il Cialis.
Questo tipo di comunicazioni dunque, rappresentano la strategia considerata più adeguata dalle case farmaceutiche per cercare nuovi clienti, visto il forte calo delle vendite di questi prodotti. Prepariamoci dunque a leggerne chissà quante altre.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail