Malo, malo, malo

Le parole di un tormentone estivo che per la prima volta fanno pensare

IndexUna volta i tomentoni estivi avevano ritornelli demenziali, tipo 'Andiamo a mietere il grano, il grano, il grano... Raccoglieremo l'amore, l'amore, l'amore...' oppure 'vamos a la playa, ohoohooòò...' eccetera. Voi sicuramente conoscerete il tormentone dell'estate: Malo, malo, malo...
Vi è già capitato di leggere la traduzione in italiano del testo della cantante spagnola Bebe? E' un testo estremamente duro e di denuncia, una canzone orecchiabile, ma allo stesso tempo un inno di rivolta contro la violenza domestica sulle donne.
La violenza domestica non è certamente un fenomeno nuovo: ciò che è nuovo è, evidentemente, la voglia di denunciare, di farla finita con la violenza atavica e gratuita di un sesso sull'altro. E a questo, tutto serve. Brava Bebe.

Sei apparso in una notte fredda
Con puzza di tabacco putrido e gin
La paura già mi percorreva
Mentre incrociavi le dita dietro la porta

Il tuo viso di bel bambino
Se l'è mangiato il tempo a partire dalle tue vene
E la tua insicurezza maschilista
Si riflette ogni giorno nelle mie lacrimucce

[Ritornello]
   [Ritornello A x2]
   Una volta ancora, no per favore che sono stanca
   E non posso col cuore
   Una volta ancora, no amore mio, per favore
   Non gridare che i bambini dormono
Divento come il fuoco
Brucio i tuoi pugni di acciaio
E dal colore scuro delle mie guance
Tirerò fuori la forza per guarire le mie ferite
   [Ritornello B x2]
   Cattivo, cattivo, cattivo, cattivo sei
   Non si fa del male a chi si ama, no
   Tonto, tonto, tonto sei
   Non crederti migliore delle donne

Il giorno è grigio quando ci sei
E il sole appare di nuovo quando vai via
E la pena del mio cuore
Io me la devo inghiottire col fuoco

Il mio viso di bambina carina
È invecchiato nel silenzio
Ogni volta che mi dai della puttana
Il tuo cervello si fa più piccolo

[Ritornello]

Cattivo, cattivo, cattivo sei
Cattivo sei, perché vuoi
Cattivo, cattivo, cattivo sei
Non mi offendere, ché mi fa male

Sei debole e sei cattivo
Non crederti migliore di me
Né di nessun altro
E ora io mi fumo
Una sigaretta
E dopo ti metto il fumo
Nel cuoricino

Perché cattivo, cattivo, cattivo sei tu
Cattivo, cattivo, cattivo sei, sì
Cattivo, cattivo sei, sempre
Cattivo, cattivo, cattivo sei

Testo tratto da : Newsky

(solo una nota critica alla traduzione: da ciò che so io, che però non sono un'esperta di lingua spagnola, 'tonto' dovrebbe tradursi in italiano con 'scemo', 'imbecille' e non semplicemente 'tonto', che in italiano ha un'accezione più benevola e gentile).

Il video lo trovate qui.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: