L'amore

L'amore in psicologia

Ren20magritte20192820intentando20lo20imp In psicologia il sentimento dell’amore è stato definito secondo varie chiavi di lettura.
Ad esempio, l'amore può essere considerato una modalità di relazione cui ricorre la personalità inadeguata, che cerca nel partner gli ideali a cui tiene, ma che non è stata in grado di realizzare. In questo caso l’amore dà origine ad una dipendenza nei confronti dell’amato/a e la sua funzione è, eminentemente, quella di un rimedio contro l’ansia.

C’è anche un'altra lettura dell’amore, che invece lo vede come lo sviluppo naturale della personalità adeguata: l’amore non è dettato in questo caso dal bisogno di acquisizione dell'altro, ma da una sorta di sovrabbondanza oblativa, dalla capacità di dare, senza preoccuparsi di ricevere.

L’amore-passione è quello connotato da un forte eccitamento sessuale, che di frequente si riscontra nelle fasi iniziali dell’amore e che verrà poi sostituito dall’amore-stima, che si alimenta di familiarità e vicinanza, ma anche di riconoscimento dei valori espressi dalle reciproche personalità.

Altre distinzioni sono riscontrabili nelle caratteristiche di alcune componenti dell’amore:

L’agape è una forma d’amore diretta verso l’altro, per favorirne sopravvivenza e benessere, senza attendere in cambio particolari gratificazioni. Corrisponde all’amore altruistico, ad esempio quello dei genitori verso un figlio;

L’affetto, che ha le sue radici nel primitivo attaccamento del bambino alla madre ed il cui proseguimento è la richiesta di vicinanza dell’altro e di familiarità;

La philia, basata sull’aspettativa di una reale gratificazione da parte dell’altro, che si intende ricambiare. E’ un amore che si nutre di ammirazione, di sostegno e di attribuzione di qualità positive all’altro.

L’eros che ha la sua radice profonda nel desiderio sessuale, che genera desiderio di possesso e di esclusività, non disgiunto dall’idealizzazione dell’amato e da una tendenza al dominio totale su di lui.

Fattori costitutivi dell’amore :

L’intimità, che implica i sentimenti di vicinanza, unione, legame, tipici dei rapporti amorosi

La passione che ha il suo centro nella sessualità e da cui si irradiano attrazione e idealizzazione

La decisione cioè la determinazione ad amarsi nel breve periodo e la determinazione a continuare a farlo nel tempo.

Ognuna di queste componenti esercita un’influenza sulle altre, per cui un cambiamento nello schema dell’impegno ha conseguenze profonde sull’intimità e la passione, così come un forte stimolo passionale indurrà a cercare soddisfazioni nel breve termine, lasciando sullo sfondo decisioni a lungo termine.

Fonte bibliografica: Galimberti, Dizionario di psicologia, De Agostini

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail