L'odore e il sesso

Gli odori condizionano ancora moltissimo la nostra vita

20060214pho5441_1  L'olfatto è un senso muto, non ha voce: chi infatti riesce a descrivere un odore ad una persona che non lo ha mai sentito?  Non a caso, se dobbiamo descrivere ciò che percepiamo con il senso dell'odorato, cerchiamo di riferirci alla fonte dalla quale un odore proviene, e non all'odore stesso. La migliore descrizione che possiamo dare di un odore è assimilarlo a qualche altro odore ('profuma di lavanda, di gelsomino, di terra bagnata, di menta' ecc.).

Eppure l
'odore corporeo gioca ancora un ruolo importantissimo in molti aspetti della nostra vita di relazione, sia nel bene, che nel male. Ogni persona infatti ha un suo odore naturale, che la caratterizza fortermente. Possiamo ad esempio riconoscere a chi appartiene un maglione, attraverso l'odorato. A differenza di quanto accade per gli animali infatti, negli esseri umani l'odore ascellare è molto superiore a quello dell'organo sessuale, o di qualunque altra parte del corpo.

Gli odori naturali, provenienti dalle ascelle, non sempre sono piacevoli e si fa del tutto per nasconderli, avendo molto pudore di farli sentire ad altre persone. Per questo si utilizzano profumi, saponi e deodoranti, che cancellano l'odore naturale e diffondono altri aromi.

Questo accade soprattutto per le donne, che per essere più sexy vogliono profumare come i fiori, come i frutti, le essenze... Tutto, purché non ci si senta odorare di 'essere umano'... Per gli uomini la cosa è diversa: sebbene oggi anche gli uomini siano diventati forti consumatori di cosmetici e profumi ed anche loro abbiano cominciato a tenere molto all'igiene e alla cura del corpo, sembra che molte donne si sentano particolarmente attratte dall'uomo che puzza, emanando un odore considerato molto virile, da vero macho.

Oltre che nelle ascelle, le ghiandole che producono gli odori sono situate nel viso, nello scalpo, nella regione ombelicale dell'addome. E naturalmente negli organi sessuali.

L'odore degli organi sessuali femminili è molto forte e dunque agisce come un forte richiamo per gli uomini. Tuttavia, proprio per questo motivo, una scarsa igiene personale può portare all'effetto opposto. Non dobbiamo dimenticare che, dietro il concetto idealizzato della femminilità, si cela il disgusto ancestrale per l'odore delle donne, in particolare per l'odore del mestruo che, nei miti e nelle leggende tramandate nella cultura popolare, avrebbe la capacità di inaridire i campi, rovinare gli specchi, far arrugginire il ferro e far impazzire i cani...

La donna che emana odori disgustosi insomma, tradisce l'ideale di femminilità eterea e si avvicina piuttosto alla strega malefica.

L'odore del resto non è solo un fenomeno fisiologico, ma ha anche un valore simbolico, per cui tutto quello che ha un buon odore è buono, tutto quello che ha un cattivo odore è cattivo. Non a caso, i ricchi, da sempre, 'profumano' ed i poveri 'puzzano'; il diavolo odora di zolfo, mentre gli angeli sono sempre accompagnati da un profumo 'celestiale'... Gli uomini che puzzano sono dei maschioni, le donne che puzzano sono delle streghe.

Sempre la stessa musica. Ma questo è un altro senso.

Dott.ssa Giuliana Proietti Ancona

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: