Aiuto, il mio ragazzo guarda i porno. Ma siamo sicuri che le donne non li guardino?

pornomanepc.jpgLo scandalo scoppiato qualche giorni fa in Inghilterra (la ministra dell'Interno del governo Brown, Jacqui Smith, ha inserito nel rimborso spese di servizio due film porno sulla pay tv) ha ispirato il blogger Riccardo Spiga di Teleipnosi per parlare di pornografia.

Ciò che è stato contestato alla coppia è semplicemente la frode economica perché ormai, anche nella puritana Inghilterra, il porno non fa più scandalo: è diventato un prodotto di massa che, tra dvd, internet e pay tv, consumano tutti o quasi

Teleipnosi poi mette a confronto le due tipologie di fruizione del porno:

la storia di Jacqui Smith e consorte è interessante perché emblematica di un modo diverso di fruizione della pornografia da parte di uomini e donne. Infatti queste ultime, in genere, scelgono di vedere i filmini sconci in compagnia del loro uomo, quindi concepiscono il porno come gioco all'interno della coppia, per serate piccanti e divertenti (o presunte tali). Gli uomini invece sono più frequentemente dei consumatori solitari, insomma concepiscono il porno come evasione dalla coppia, come fuga dalla quotidianità e fantasia di un mondo popolato da donne lussuriose, sfrenate, ninfomani che vogliono farlo dovunque, in qualunque modo e con chiunque

E questo influenzerebbe il rapporto di coppia: in parole povere l'uomo "sposerebbe la vergine per sognare la pornostar". E quindi l'uomo sarebbe fondamentalmente ipocrita.

Ma siamo proprio sicuri che a TUTTE le donne non piacciano i porno e li guardino solo per "fare le trasgressive"?

Se l'uomo guarda i porno lo fa perchè non vuole più la sua donna o perchè sogna una donna "diversa" (basta solo farsi un giro su Google per vedere i milioni di dilemmi postati in rete in merito)?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: