California, via libera ai matrimoni gay

gay_couple%282%29.jpg

Dopo la decisione del ministero dell'interno di Israele di riconoscere il diritto di adozione a coppie omosessuali, un'altra buona notizia per le coppie gay, o per lo meno per quelle californiane.

La California, infatti, ha abolito la legge che vietava le nozze omosessuali e diventa il secondo stato americano dopo il Massachusetts dove le coppie gay possono sposarsi, anche se Vermont, New Jersey e, finora, la stessa California riconoscono ai membri di unioni omosessuali molti diritti delle coppie eterosessuali. (Foto tratta dal blog Pink Time)

Quella che viene già considerata “una decisione che potrebbe fare scuola a livello nazionale”, però, è stata una vittoria di stretta misura, ottenuta con un solo voto di differenza: a favore della rivoluzionaria decisione si sono schierati quattro giudici della Corte Suprema californiana, contrari gli altri tre.

Il verdetto è arrivato dopo una battaglia legale di sei anni, dopo che l'elettorato californiano approvò un provvedimento normativo con cui si stabiliva che soltanto i matrimoni tra uomini e donne sarebbero stati riconosciuti legalmente.

Ora i giudici californiani hanno motivato la sentenza dicendo che “non esiste alcuna ragione di stato, nessun interesse legittimo della società, nel negare alle coppie omosessuali gli stessi diritti e doveri di cui le coppie eterosessuali godono nell'istituto del matrimonio”.

Molti blog riportano la notizia, come quelli di Andrea o di RenzO e LuciO, mentre Fine delle Danze riporta una “cronologia del matrimonio omosex”. Pink Time invece si chiede “ma perché vivo ancora qui, IO?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail