Crisi di coppie (luna di fiele)

Scritto da: -

Un buon film, che non farà altro se non peggiorare la vostra situazione di coppia. Un post leggero e leggermente 'svogliato', ma un ottimo suggerimento per chi non avesse mai visto il film.

Racconta la discesa verso gli abissi del sesso di una coppia che vede il proprio amore trasformarsi in una serie di mortifere perversioni sessuali.

 

Su una nave da crociera in viaggio da Venezia alla volta di Istanbul una giovane coppia britannica e perbenista conosce una coppia navigata e diabolica composta da un maturo scrittore americano costretto sulla sedia a rotelle e dalla sua gentil consorte, giovane e conturbante. Sera dopo sera il narratore racconta al rigido ‘collega’ inglese la storia del suo rapporto intricato con la moglie, prima amante ingenua e ferita, poi sposa cinicamente vendicativa: una relazione dalla tinte sadomaso che si consuma nel naturale scenario caro agli scrittori americani, falliti o di talento, in cerca di fama letteraria, ovvero a Parigi.

 

Simili premesse narrative in Luna di fiele preludono alla corruzione erotica dei coniugi D.O.C. ma, nonostante il protagonista abbia spinto il suo giovane confidente tra le braccia della moglie, quest’ultima riuscirà a coinvolgere successivamente in un torrido amplesso saffico – sbocciato in un ballo avvolgente sulle note intriganti e sensuali di Slave to love di Brian Ferry – la timida sposina inglese, evento scatenante della tragedia finale, immancabile in ogni melodramma sentimentale che si rispetti. Ispirandosi all’omonimo romanzo di Pascal Bruckner, Roman Polansky ha operato un’efficace rilettura del rapporto d’amore come tormentata e costante lotta di potere.

Ottime le prove degli attori: perfette sia la coppia fatale composta daEmmanuelle Seigner (coniugata Polanski) e Peter Coyote, sia la coppia algidamente inglese e "normalizzante" composta da Hugh Grant e Kristin Scott Thomas.

Soltanto in apparenza è un film sulla corruzione dell'innocenza e ha poco o nulla da spartire con l'ultimo filone erotico di Hollywood: "Le due coppie s'incontrano e … non fanno altro che rispecchiarsi l'una nell'altra, riconoscere la propria specularità" (Giorgio Cremonini). C'è – tema ricorrente nel regista polacco – il senso di un destino già scritto e immodificabile, di una fatalità distruttiva che coincide con una disperazione esistenziale. E la visione del rapporto di coppia esclusivamente in termini di potere. Titolo francese: Lunes de fiel.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Crisi di coppie (luna di fiele)

    Posted by:

    Condivido molto l'ultima parte dell'articolo. Il film presenta semplicemente due coppie in due stadi differenti della loro storia. Gli sposini all'inizio, gli altri due sono invece in quella fase in cui ci si arriva a fare inevitabilmente del male... Non è che sono perversi e maledetti soltanto loro: il film cerca di far capire che i due le provano tutte pur di non annoiarsi, dai travestimenti da animali al bondage, che poi è un po' quello che fanno varie coppie che cercano di "rinnovare" il rapporto in questa maniera, ma forse è la coppia monogamica esclusiva in sé che tende a diventare prima o poi "amara"... per questo i due sposini sono inquieti e specchio dell'altra coppia! Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Vitadicoppia.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Donna di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano